Scegliere il miglior hosting professionale

Come scegliere il miglior hosting professionale per il tuo sito web?

Chiavi da tenere in considerazione durante l’assunzione di un hosting web professionale

Poco dopo la comparsa delle pagine web nella storia di Internet, sono comparsi servizi di web hosting o di hosting.

In pochi anni (meno di 10) i fornitori di servizi di archiviazione sono apparsi continuamente.

Attualmente, gli amministratori di siti Web o imprenditori su Internet hanno una vasta gamma di possibilità quando scelgono un fornitore che offre questi servizi.

Ci sono così tante possibilità è buono e cattivo allo stesso tempo, è un bene perché il cliente ha molte scelte e così, potenziali monopoli vengono eliminati ed è un male, perché nella maggior parte dei casi la persona in cerca di uno di questi servizi non hanno la Conoscenza sufficiente per conoscere esattamente il tipo di hosting di cui hai bisogno e il tipo di esigenze del tuo progetto web.

Trova un hosting web professionale per il tuo nuovo progetto

I 3 punti chiave che dovresti prendere in considerazione quando cerchi un web hosting professionale per il tuo nuovo progetto

Nella scelta di un buon fornitore dobbiamo tenere in considerazione i seguenti punti chiave che ci aiuteranno a trovare un professionista serio e flessibile allo stesso tempo:

1º Supporto tecnico

Personalmente, penso che un supporto con un altamente qualificato, professionale ed efficiente è fondamentale nella scelta di un fornitore di hosting per ospitare i nostri progetti critici, e di più, se non abbiamo alcuna conoscenza in materia.

Inoltre, il supporto deve essere umano, questo è qualcosa che di solito non presa in considerazione, ma dietro un professionista dovrebbe essere un essere umano che è in grado di entrare in empatia con il cliente.

2º Un catalogo completo di prodotti

Un fornitore di servizi di hosting deve offrire soluzioni complete. Se in qualsiasi momento i tuoi progetti web crescono troppo, il tuo provider dovrebbe offrirti un prodotto di hosting web più potente, come un server VPS o un server dedicato.

Essere decisivi è una grande capacità che pochissimi provider di hosting hanno, la maggior parte sono dedicati a vendere prodotti pre-creati senza preoccuparsi se si adattano al cliente o meno.

3º supporto commerciale

Direttamente collegato a quanto sopra, il catalogo di prodotti dovrebbe accompagnare il personale di supporto commerciale che ha conoscenza di ciò che sta vendendo e che può offrirti l’opzione più conveniente per migliorare il tuo progetto web.

In breve, lo staff di supporto commerciale non deve solo vendere, ma deve fornire soluzioni.

Ma non si ferma qui, perché non solo devono scegliere un fornitore di hosting, ma una volta che abbiamo scelto, che (quale società) deve scegliere il piano o il servizio di web hosting che rimarrà il nostro progetto web.

eBook: come cercare parole chiave?

Quali fattori dovresti considerare di si o si quando contrattualizzi il tuo web hosting condiviso?

Quando si sceglie un piano di hosting condiviso per un progetto web, è necessario tenere conto dei seguenti fattori (molti possono sembrare, ma sono importanti):

1. La larghezza di banda

La larghezza di banda utilizzata è uno dei fattori che dobbiamo prendere in considerazione quando contrattiamo il nostro piano di hosting.

Anche se non è l’elemento più importante se teniamo a mente, perché se noi (o superare) il limite mensile, il nostro sito sarà fuori servizio o di noi carichi più per l’eccedenza.

2. RAM e CPU consentite

Il 99,9% degli utenti di servizi di hosting condiviso non sa che i propri siti web consumano RAM e potenza del processore (CPU).

Pertanto, quando i visitatori accedono ai loro siti Web, questo dettaglio è molto importante, poiché dipende dal nostro sito web per andare veloce e non cadere in picchi di traffico.

3. L’uscita dell’ufficio postale

Attualmente l’hosting non è solo il web hosting, dal momento che, nello stesso piano, di solito sono ospitati anche gli account di posta elettronica associati a un dominio.

È per questo motivo che il server che scegliamo deve essere in grado di inviare e ricevere e-mail con garanzie.

Un fornitore con esperienza nella zona fa sì che tutte le e-mail passino attraverso un relay centralizzato attraverso il quale il flusso è controllato e la salute degli indirizzi IP in uscita è garantita, così che le e-mail che partono arrivino sempre a destinazione .

4. Sicurezza interna ed esterna

Oggi, su Internet, la sicurezza è importante, infatti, è sempre più importante, visto che ogni volta ci sono più attacchi contro siti Web e server.

Un piano di hosting condiviso deve disporre di misure di sicurezza interne per combattere il malware che potrebbe infettare un sito Web e, inoltre, le necessarie misure di sicurezza per bloccare attacchi esterni che potrebbero danneggiare le prestazioni o la stabilità dei siti Web e del sito web. server.

5. Copie di backup

Sono punti chiave, se tutto il resto fallisce, almeno rimarranno le copie di backup.

Dobbiamo prestare molta attenzione a questo, perché normalmente, a seconda del piano contrattato, cambiano anche le politiche di backup.

Inutile dire che questo è molto importante, perché non è la stessa cosa fare un backup al mese come backup al giorno.

6. Il numero di e-mail e database

Sebbene nella maggior parte dei casi il numero di e-mail sia secondario rispetto ad alcuni clienti, per altri non lo è.

Inoltre, ci sono alcuni clienti che hanno bisogno di un certo numero di account di posta elettronica, in questi casi, dobbiamo prestare attenzione alla quantità offerta dal nostro server di archiviazione.

D’altra parte, il numero di database consentiti è fondamentale per sapere quanti blog o blog “indipendenti” con CMS possiamo mettere.

I CMS più comuni come WordPress, Joomla e Prestashop solitamente utilizzano un database MySQL.

7. I complementi

Poiché i complementi hanno, soprattutto, alcuni elementi che non devono integrare un hosting nel tuo pannello ma aiutano sempre.

Alcuni esempi possono essere l’autoinstaller dell’applicazione, la documentazione, l’integrazione con i servizi CDN , ecc …

8. Il pannello di controllo e la piattaforma

L’hosting di cPanel non è lo stesso di Plesk.

Di fatto, è necessario tenere conto del pannello di controllo e del software utilizzato dai server del proprio fornitore nel piano che si intende assumere.

Per fare un esempio, non è lo stesso hosting che usa CloudLinux quello che non lo usa, infatti sarà sempre più utilizzabile se si usa CloudLinux per controllare l’uso delle risorse.

Suggerimenti finali

Molti utenti valutano anche lo spazio di archiviazione ma, nell’80% dei casi, si dovrebbe prestare maggiore attenzione alle risorse massime consentite di RAM e CPU rispetto allo spazio di archiviazione, poiché di solito è dove si riduce il più breve.

Anche per dire che non esistono risorse illimitate, sebbene molti fornitori continuino ad offrirle, soprattutto, i fornitori statunitensi.

Finora non esistono dischi rigidi illimitati, quindi non ha senso offrire spazio di archiviazione illimitato.

Trova un hosting web professionale per il tuo nuovo progetto

In un hosting condiviso, l’ideale è assumere un fornitore che utilizza un proprio pannello o un pannello di qualità come cPanel.

Inoltre, i server devono disporre di sistemi che proteggono un account dai loro account adiacenti, come CloudLinux con CageFS.

D’altra parte, nei server VPS e server dedicati, dobbiamo tenere presente che se scegliamo la modalità non gestita, il provider di hosting non deve gestire il server, dovrete farlo da soli usando le vostre conoscenze ed esperienze.

In questo caso, se non si dispone di conoscenze su come gestire un server, sarà necessario assumere professionisti specializzati nell’amministrazione di server per far funzionare, proteggere e ottimizzare il server, poiché, sebbene molti utenti di VPS non lo capiscano, il sistema operativo e i servizi di un server richiedono una manutenzione costante.

Dopo aver letto questo post dimmi, quanti di questi fattori hai preso in considerazione quando hai scelto il tuo hosting?