Come eseguire un test della velocità di caricamento della tua pagina web?

Come eseguire un test della velocità di caricamento della tua pagina web?

Ti chiederai che cosa un articolo su come fare un test di velocità di caricamento del web in un blog sul marketing digitale.

Spiego, siamo nell’era digitale e le persone consumano contenuti da qualsiasi luogo e ogni volta ha meno tempo per farlo.

Pertanto, dobbiamo tenere presente l’ esperienza utente (UX) e i principi di usabilità web .

In altre parole, se qualcuno accede al nostro sito Web per la prima volta, si sente a suo agio e desidera rientrare .

Se la velocità di caricamento del nostro sito Web è elevata, abbiamo un’alta percentuale di possibilità che il lettore lascerà il tuo sito Web senza nemmeno aspettare che venga caricato.

Sicuramente ti è successo più di una volta.

Trovi un link che sembra interessante, fai clic sul link e trascorri più di 5 secondi a guardare una pagina vuota.

Cosa stai facendo allora?

Lo chiudi e vai al seguente link che parla dello stesso.

Perché non prendiamoci in giro, puoi trovare le stesse informazioni in diversi media.

Quindi un utente non esita a chiudere un sito Web per trovare lo stesso in un altro.

Soluzione, migliorare per distinguersi tra tutte le possibilità .

Una velocità di caricamento del nastro accettabile è di circa 2-3 secondi, oltre a questo, rivederlo.

E se sei sotto hai un sito web ben ottimizzato.

Perché la velocità di caricamento del tuo sito web influenza il successo della tua attività web?

1.- Google guarda la velocità di caricamento del tuo sito web

Don G. perfeziona sempre più i risultati di ricerca e penalizza le pagine lente.

È un fattore che può migliorare il nostro posizionamento SEO .

Google guarda l’UX ed è per questo che vuole mostrare i migliori siti web in alto.

I tempi di carico elevati aiutano le nostre percentuali di ritorno ad aumentare.

2.- Con tempi di carico elevati, aumentano i forcellini

Se la nostra pagina impiega molto tempo per essere caricata, abbiamo molte possibilità che l’utente lasci prima che la pagina web sia completamente caricata.

Se siamo fortunati che l’utente abbia aspettato, aumentano le possibilità che lasci mentre naviga.

3.- Meno velocità di caricamento del Web = più tempo di caricamento = meno vendite

Amazon ha studiato che per ogni 100 ms più carico, perde l’1% delle sue vendite totali.

Se vuoi vendere devi essere veloce, in modo che l’utente non perda l’attenzione del tuo prodotto.

I 7 peccati capitali che non dovresti impegnarti a migliorare la velocità di caricamento di una pagina web

1.- Cattiva scelta dell’hosting

Ogni volta che iniziamo un nuovo progetto, cerchiamo di minimizzare le spese iniziali.

Risparmiare denaro nella scelta del nostro hosting può diventare molto costoso.

Dietro un server economico puoi trovare velocità di trasferimento molto lente, server condivisi in cui non consumi risorse, ecc.

La cosa migliore è cercare società di hosting web con una buona reputazione, con un buon servizio tecnico e buoni server (buona RAM, SSD per migliorare la velocità di lettura e scrittura).

Se disponiamo di risorse sufficienti, i migliori sono server privati.

Ma abbiamo un’alternativa intermedia che sono i VPS (che sono Virtual Private Servers).

Se aggiungiamo l’uso di una rete CDN (Content Delivery Network) a un buon hosting, la velocità di upload viene attivata.

Un CDN non è altro che una rete di distribuzione di contenuti statici che, a seconda di dove viene effettuata la richiesta di tali informazioni, verrà inviata dal server più vicino.

2.- Non scegliere il CMS giusto

La scelta del gestore dei contenuti è un’altra opzione che dobbiamo prendere in considerazione quando si avvia il nostro sito Web o blog.

Un gestore di contenuti poco ottimizzato può aumentare i tempi e ridurre la velocità di caricamento del Web dei nostri siti.

Hai diverse alternative gratuite come WP, Joomla o Drupal.

Raccomando di usare WordPress perché è ben ottimizzato, hai molte risorse (plugin e temi) ed è costantemente aggiornato.

È anche il CMS più usato su Internet.

3.- Argomenti non ottimizzati

Se usiamo un CMS, dobbiamo vestirlo e per quei temi o vengono usati temi .

Qui hai due opzioni: gratis oa pagamento .

Raccomando sempre l’uso di temi di pagamento.

Perché?

Innanzitutto perché non costano un sacco di soldi, stiamo parlando di quello per € 50 -60 € puoi trovare temi incredibili.

Inoltre, se stai iniziando un’attività online, non penso che questo denaro ti costerà molto.

Secondo perché sono ottimizzati e aggiornati.

Un’altra cosa è che sono reattivi in modo che la tua pagina possa essere vista da qualsiasi dispositivo elettronico.

4.- Uso indiscriminato di plugin

Un altro errore che viene fatto durante la creazione di una pagina Web o di un blog è di riempirlo con plugin inutili.

Pianifica molto bene che vuoi mostrare sul tuo sito web e quali plug-in vuoi installare.

Ogni plug-in installato nel tuo CMS è un aumento dei tempi di caricamento della tua pagina web.

Controllali ogni tanto e se vedi che un plugin non viene più utilizzato, cancellalo.

Non riempire il web con widget che non usi più.

Se usi WordPress puoi controllare il tempo di caricamento dei tuoi plugin con questo altro P3 Plugin Performance Profiler .

Questo in particolare ti aiuta a verificare come funzionano i tuoi addon e, in questo modo, se controlli che uno di questi plugin che hai installato penalizzi la velocità di caricamento del tuo web puoi cercare un’alternativa o semplicemente cancellarla.

5.- Non ottimizzare le immagini

La velocità di caricamento di un sito o di un blog dipende dal trasferimento dei file e dal consumo di larghezza di banda del server.

Pertanto, è bene cercare di aiutare il nostro server ottimizzando i file che compongono il nostro sito web.

Nel caso delle immagini, meno pesano, migliori saranno i tempi di caricamento.

Puoi leggere questo altro articolo che ho scritto dove ti racconto tutti i segreti sull’ottimizzazione di immaginie strumenti per ottenerlo.

6.- Non attivare l’uso della cache

La cache è la memoria ad accesso rapido.

Per capirci, quando attiviamo la cache, quello che facciamo è dire al server di salvare in una porzione dei suoi file di memoria che vengono usati ripetutamente in modo che negli usi futuri impieghi meno tempo a caricarsi.

Non è difficile, dal momento che in qualsiasi CMS hai molte opzioni per realizzarlo installando plugin che gestiscono la cache.

In WordPress hai i plugin per gestire la cache come WP Super Cache o W3 Total Cache .

7.- Non utilizzare la compressione Gzip e il file minification

Questo sembra cinese per il meno capito, sono strumenti che ci permettono di ottimizzare e comprimere le dimensioni del file java script, css e html e, quindi, migliorare la velocità di caricamento del web.

La minificazione che fa è eliminare parti del codice che non vengono utilizzate in modo che occupino meno.

E la compressione Gzip comprime il file prima di inviarlo.

Se vuoi controllare se la tua pagina ha la compressione attivata puoi fare il test in questo link .

Possiamo anche migliorare il caricamento di una pagina Web, se i file di script java vengono caricati alla fine di esso, ponendo la chiamata a questi file nel piè di pagina.

10 strumenti per misurare e analizzare gratuitamente la velocità di caricamento del tuo sito web o blog

1.- Google PageSpeed ​​Insights

È lo strumento ufficiale di Google.

Con esso possiamo misurare e analizzare la velocità di caricamento del web dei nostri siti sia per dispositivi mobili che per computer.

Dai un valore compreso tra 0 e 100 e più alto è questo valore → migliore.

Fornisce anche suggerimenti per migliorare il punteggio.

Google Page Speed: test di velocità di caricamento del web

2.- Test di velocità del sito Web di Pingdom

È uno degli strumenti di analisi della velocità di una pagina Web più amata dai webmaster.

È molto semplice e veloce

Ti concede in cascata i tempi di caricamento di ciascuna delle parti che vengono caricate sul tuo sito web in modo da farti un’idea dei tempi di caricamento.

In questo modo, puoi verificare se hai qualcosa che richiede molto tempo per caricare e penalizza la velocità del tuo sito web.

E mantiene un registro delle misure che stai facendo nel tempo della tua pagina.

Pingdom: test di velocità di caricamento del web

3.- GtMetrix

Un altro strumento molto completo.

Effettua due misurazioni tenendo conto dello strumento di Google e Yahoo.

Uno degli strumenti online più completi che puoi trovare su Internet per analizzare il tuo sito web.

GtMetrix: test della velocità di carico del web

4.- Monite

Questo strumento online verifica la velocità del nostro sito web da diverse parti del mondo: America, Europa e Asia.

In questo modo puoi verificare come si comporta il tuo sito web in base al punto di accesso.

Monite: test della velocità di caricamento del nastro

5.- Dotcom-monitor

Un altro strumento per eseguire una pagina web di test della velocità di carico che consente di analizzare diversi parametri da diversi punti del mondo.

Dotcom: test di velocità di caricamento del web

6.- Monitoraggio sintetico CA App

È una semplice applicazione per monitorare la velocità del web da 10 diverse posizioni.

Hai la possibilità di inviare rapporti periodici direttamente alla tua email.

CA App Synthetic: test della velocità di caricamento del Web

7.- WebPageTest

È un’applicazione online gratuita che ci permette di fare un test di velocità web che indica da dove vogliamo farlo.

Inoltre, ci dà la possibilità di scegliere con quale browser eseguire il test (inclusi i browser dei dispositivi mobili).

WebPageTest: test di velocità di caricamento del web

8.- WebSidePulse

Strumento di monitoraggio web completo.

Ha due versioni: una più semplice e gratuita per i più esigenti.

WebSitePulse: test di velocità di caricamento del web

9.- Neustar, test delle prestazioni del sito web gratuito

Un modo semplice per controllare la velocità di caricamento del tuo blog.

Effettua un test della velocità del web da quattro diverse posizioni e mostra i risultati con grafici per comprendere più facilmente i dati.

Neustar: test della velocità di carico del Web

10.- ZoomPf

Questo strumento analizza la velocità di caricamento della tua pagina web con oltre 400 parametri.

Nella sua versione gratuita ti permette di fare 5 analisi giornaliere e solo su una pagina, non sul tuo intero sito.

Zoompf: test di velocità di caricamento del web

conclusione

Come puoi vedere, la velocità di caricamento del tuo sito Web non è difficile e i vantaggi sono enormi per il tuo sito.

Raggiungere l’ottimizzazione del 100% non è disponibile per tutti.

Basta non mangiare la testa se in nessuna delle misure di queste pagine non si raggiunge il 100%.

La cosa migliore è l’errore di prova!

Prova diverse combinazioni di plugin e leggi tutti i dati comparativi dei server per scegliere quello che fa per te.

Alla fine ciò che conta è che la tua pagina si carichi velocemente.

I 7 peccati capitali che non dovresti impegnarti a migliorare la velocità di caricamento di una pagina web

Foto (test della velocità del web); Shutterstock

Se conosci qualche altro strumento?